Il carnevale di Viareggio

Carnevale di Viareggio- Burlamacco

 

Il carnevale di Viareggio vanta una storia lunga oltre 140 anni. Definito anche il carnevale d’Italia, è senza dubbio uno dei più attesi. Con i suoi carri allegorici in cartapesta che sfilano, la satira e l’ironia verso il mondo politico, televisivo e sociale sono servite!

Durante il carnevale di Viareggio, non solo lungo la via principale della festa, ma in tutte le altre strade si respira aria di festa, amore, divertimento.

Il carnevale di Viareggio: i carri

L’attrazione principale sono senza dubbio i carri, famosi per essere maestosi e imponenti. Frutto del duro lavoro dei maestri carristi, richiamano spesso personaggi famosi o temi politici, sociali e religiosi su cui fanno satira. È proprio questo elemento, insieme a tanta ironia, che caratterizza l’atmosfera durante l’evento in città.

Dietro alla sfilata dei carri, ovviamente c’è moltissimo lavoro da fare, ad iniziare dai bozzetti, cioè la prima rappresentazione di ciò che si vuole creare. Ogni anno viene aperto il concorso al quale si può partecipare presentando una prima bozza del carro e delle maschere che sfileranno durante il carnevale di Viareggio.

Una volta scelti i bozzetti vincitori, la Fondazione Carnevale li finanzia, e il risultato è quello che ci si può godere tra febbraio e marzo in Versilia.

Il carnevale di Viareggio: Burlamacco

Carnevale di ViareggioPersonaggio numero uno del carnevale in questione è Burlamacco, il cui nome deriva da Buffalmacco, un pittore fiorentino, nonché personaggio del Decamerone. Sembra anche che il cognome Burlamacchi, già usato per il Burlamacca, il canale del porto, abbia avuto una certa influenza.

Il suo costume, più volte cambiato nel corso degli anni, richiama inevitabilmente quello delle altre maschere della Commedia dell’Arte, tra cui Rugantino, per il cappello rosso e Arlecchino, per i disegni sul costume.

Burlamacco, simbolo per eccellenza del carnevale di Viareggio, piace molto al pubblico fin dalla sua prima apparizione, nel 1931, e da allora, nonostante appunto qualche modifica all’abito, è da sempre in prima linea durante la kermesse, insieme a Ondina, la donna in bikini che rappresenta che la città è anche sinonimo di mare d’estate.

Carnevale a Viareggio: divertimento e festa come al capodanno di Lubiana

Il clima di festa dell’evento più pazzo dell’anno in Toscana è molto simile a quello che si respira durante il capodanno di Lubiana, in attesa dell’immancabile brindisi di mezzanotte.